Categoria: News (5)

Ai sensi della normativa vigente, le tipologie di operatori previsti dall’AAMS sono quattro: 

  – Rivendite ordinarie

  – Rivendite speciali

  – Patentini

  – Distributori automatici

 Per richiedere la licenza occorre inviare una domanda all’AAMS (Amministrazione autonoma dei monopoli di stato). Il costo della licenza è variabile a seconda della zona.

Articolo tratto da: www.affarimiei.biz/idee- imprenditoriali/aprire-una-tabaccheria del 2 novembre 2017

Decreto Ministero Economia e Finanze del 21.02.2013 n. 38, G.U. 16.04.2013

Secondo il regolamento la distanza minima del locale adibito a nuova rivendita, rispetto a quello della rivendita più vicina già in esercizio è pari o superiore a:

  • metri 300 nei comuni con popolazione fino a 30.000 abitanti.
  • metri 250 nei comuni con popolazione da 30.001 a 100.000 abitanti.
  • metri 200 nei comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti.

Se la quarta parte della somma degli aggi realizzati dalla vendita di tabacchi dalle tre rivendite più vicine a quella da istituire ( ed ognuna delle quali si trovano ad una distanza inferiore a 600 metri rispetto alla sede proposta per l’istituzione della nuova rivendita), non è pari a:

  • euro 18.885,00 per i comuni fino a 30.000 abitanti;
  • euro 30.260,00 per i comuni da 30.001 fino a 100.000 abitanti;
  • euro 37.670,00 per i comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti;

non è consentita l’istituzione di tale rivendita.

(Altalex, 17 Aprile 2013)

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta del 14 Agosto la Legge n. 124/2017 che prevede la modifica dell’art. 29 del D. Lgs. n. 504//1995. In pratica i pubblici esercizi non dovranno più presentare all’Agenzia delle Dogane la richiesta di “licenza fiscale” relativa alla vendita e/o somministrazione di alcolici.

Questo articolo è stato pubblicato in data 1 Settembre 2017 dall’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi.

Entro tre anni sara’ possibile giocare solo in locali posti a non meno di 150 metri da scuole ed edifici di culto. Le slot machines spariranno dai bar e dalle tabaccherie prive di specifica certificazione. Il documento è stato presentato dal sottosegretario all’economia Pierpaolo Baretta. La riduzione effettiva sarà di oltre il 35%. La riduzione del numero delle macchine arriverà a 264.000, considerando che a fine 2016 erano 407.323. Si potrà giocare solo nei punti gioco di categoria A in cui saranno presenti degli addetti sottoposti ad una formazione specifica, che avranno l’obbligo di segnalare i soggetti patologici ai servizi sociali.

 

Vogliamo presentarvi la nostra nuova pagina facebook sulla quale pubblicheremo annunci e notizie sulla nostra attività per tenervi sempre aggiornati.

https://www.facebook.com/studioroccomilano/